PianetaDonna

La Ginecologa online

Archivio per la categoria Il ciclo mestruale

Perdite prima del menarca

admin» Venerdì 21 Maggio alle ore 15:05

uteroinpelvithumbnail.gifGentile dottoressa,
mia figlia ha 13 anni a non ha ancora avuto il menarca. Da un anno circa le sono cresciuti i peli sul pube e sotto le ascelle e un po’ il seno.
Da circa due mesi ha continue perdite soprattutto gialle ma anche bianche, non hanno un cattivo odore ma qualche volta la ragazza lamenta un leggero prurito. Queste perdite possono essere normali prima del menarca oppure potrebbe trattarsi di una vaginite? Mi consiglia di portarla dal ginecologo?
La ringrazio anticipatamente per la Sua risposta.
Cordiali saluti
Daniela

Salve Daniela
è tutto nella norma, vedrà che a breve la prima mestruazione arriverà. I segnali ci sono tutti, non serve il controllo ginecologico

Come si calcolano i giorni fertili?

admin» Giovedì 8 Aprile alle ore 10:04

orgasmo.jpgsalve,

sono una nuova iscritta al sito Pianeta donna, 2 mesi fa ho avuto un parto prematuro (al 7mo mese), fortunatamente il bimbo sta bene, oltrea lui sono già mamma di un’altro bimbo di 1 anno e 8 mesi.
Con mio marito non ho avuto nessun problema a rimanere incinta ed entrambi i bimbi sono stati voluti.
Volevo sapere se quando uno calcola i giorni fertili (voi consigliate dall’11mo al 18mo giorno a seconda della durata delle mestruazioni) deve calcolare dal primo giorno delle mestruazioni o dal primo giorno che finiscono?
Diciamo che non ho ben capito :)
grazie e scusate per la domanda che a vostro parere potrà sembrare poco intelligente ma sinceramente un 3° bimbo nn me la sento di averlo, sono già molto impegnativi 2 tra l’altro così piccoli.
Grazie di un eventuale risposta
distinti saluti
d3bi

Salve, si calcola dal primo giorno del ciclo e comunque, se proprio non volete avere altre gravidanze, non mi affiderei solo a questo metodo ma ad una contraccezione più sicura, come il preservativo o un metodo ormonale

Ciclo dopo aborto: opinioni diverse

admin» Lunedì 22 Marzo alle ore 12:03

lei_pant.jpgBuonasera Dottoressa ho 28 anni e il 15 febbraio ho fatto un IVG, mi hanno detto che il ciclo mi sarebbe dovuto arrivare fra i 20 e i 30 giorni, ad oggi non si è ancora visto nulla, per essere ancora più sicura ho fatto anche un test di gravidanza perchè ho avuto dei rapporti protetti naturalmente, ma giusto per stare ancora più serena.
Il mio problema è che in ospedale mi hanno dato delle tempistiche, in farmacia delle altre e al consultorio delle altre ancora.
Ogni tanto mi capita di sentire dei leggeri dolori ai reni e alla pancia poi più nulla, altre volte sento lutero che è come se mi tirasse ma è un dolore sopportabile.
Volevo chiederle, se mi sa dire quanto dovrei ancora aspettare prima di preoccuparmi in maniera seria.
Se mi vorrà rispondere la ringrazio anticipatamente e la ringrazio a nome di tutte quelle che le scrivono perchè penso che quello che lei o voi fate sia veramente un grande aiuto.
Grazie di cuore

Salve
sicuramente i dolorini che sente sono il sintomo del ciclo che sta arrivando, ma dopo un ivg, come dopo l’assunzione della pillola del giorno dopo, è difficile fare una stima di quando il ciclo tornerà. Spesso salta uno o anche due mesi ma non c’è comunque da preoccuparsi. Il tuo corpo ha subito uno stress e deve rimettersi in sesto, stai serena

Bisogna farlo solo una volta al mese?

admin» Lunedì 15 Febbraio alle ore 13:02

30923.jpgsalve dottoressa….
vorrei fare una domanda io e mio marito stiamo cercando di avere un bimbo….
ma bisogna provare una volta sola al mese o anche piu volte in un mese? non è che magari rimanendo incinta subito (ma non sapendolo) e riprovando….al  presunto bimbo fa male?
non so se ha capito la domanda….

Salve, sì sì ho capito la sua richiesta e le dico di non farlo assolutamente solo una volta al mese, ci mancherebbe. Fatelo, anzi con naturalezza, quante volte volte, ttuti i giorni o più volte al giorno. Non si tratta di una cura che dovete rispettare, ma di puro piacere che vi permetterà anche di concepire vostro figlio. E no, non si preoccupi, nel caso l’embrione si fosse impiantato, altri rapporti prima di un eventuale test, non gli nuocerebbero

Crescita del seno e ciclo

admin» Giovedì 7 Gennaio alle ore 15:01

senza-nome.bmpSalve dottoressa, sono una ragazza di 16 anni e ho rapporti sessuali con il mio ragazzo da novembre.
Di solito usiamo la protezione ma qualche volta, prima del rapporto completo o quando non abbiamo tempo, lui entra ma senza eiaculare.
In questi giorni in seguito ad un rapporto avvenuto intorno al 28 dicembre (con preservativo e uno senza ma senza eiaculazione), sto avendo problemi.
Quando faccio la pipi, alla fine, ho delle fitte pazzesche. Adesso mi sono finite, ma il ciclo, non arriva.
Mi sono informata e potrebbe essere cistite dovuta da un rapporto troppo violento, in effetti l’ultima volta avevo la vescica piena e infatti se lui anadava troppo affondo mi faceva male. Inoltre l’ultimo ciclo mi è inziato il 3 novembre, non dovrebbe essere già tornato?
Ho anche avuto alcune macchie di sangue due giorni dopo il rapporto e poi basta.
Ho davvero paura che io sia potuta rimanere incinta. C’è chi mi dice che si può rimanere incinta anche senza che lui venga.
Semplicemente con qualche goccia.
Ho paura e non voglio andare dal ginecologo perchè non voglio che mia madre venga a sapere che non sono più vergine.
Ho letto alcune domande che le sono state fatte e ho letto che il ritardo del ciclo può essere anche dovuto da stress; può essere che la paura e lo stress per questa cosa mi stia facendo ritardare il ciclo? e se dovessi fare il test di gravidanza quando lo dovrò fare? dopo quanto?

Un’altra cosa; ho sviluppato all’età di 11 e purtroppo, non ho ancora neanche raggiunto la prima taglia del seno.
Una mia amica aveva problemi di crescita, perchè il ciclo le doveva arrivare troppo presto e cosi l’hanno fermato con delle punture che gli portavano ormoni, da un anno a sviluppato e tutto d’un tratto è arrivata ad una terza abbondande.
Neanche mia madre e mia zia sono arrivate ad una prima, non vorrei ricorrere alla chilurgia come hanno fatto loro, anzi vorrei capire che problema è. Può essere mancanza di ormoni della crescità?
Sono disposta a parlarne a mia madre perchè anche lei a sofferto per questo problema.

Mi scusi per la lunga e.mail, spero che mi risponda presto perchè è l’unica a cui posso rivolgermi.
Grazie mille, Martina.

Salve

per la domanda sul ritardo non credo dipenda da quel rapporto perchè non lo si potrebbe vedere dopo dieci giorni, se il ciclo non arriva da novembre o c’è in atto una gravidanza dovuta ad un altro rapporto non protetto svoltosi precedentemente o dipende da stress, cambiamento di stili di vita, diete etc. comunque il test di gravidanza lo puoi fare anche subito dato l’abbondante ritardo.

Per quel che riguarda il seno invece aspetta perchè non sei ancora arrivata al termine del tuo sviluppo anche se con una stopria familiare di seni piccoli è difficile che ti cresca molto. parlane però al tuo ginecologo e chiedi se fra qualche tempo è il caso di procedere con degli esami ormonali

Perchè non rimango più incinta?

admin» Lunedì 28 Dicembre alle ore 16:12

scrv4w.jpgSalve, sono una sposina di 25 anni… la mia disavventura è iniziata un anno fa circa….
Abbiamo deciso di concepire un bebè… e per i primi mesi non succedeva niente…. forse era il troppo desiderio. Avevo ritardi di 3-4 giorni ma poi anke se facevo il test ke mi risultava sbiadito, mi veniva il ciclo.
A marzo 2009, dopo 10giorni di ritardo decido di fare le analisi della Beta…. risultato 26…. ERO INCINTA!!!!!!!
Il caso ha voluto che quella sera stessa cadessi da una sedia col sedere per terra…. Uno spavento mai visto… Vado a dormire tranquilla…
Al risveglio noto che avevo perdite di sangue………. impaurita dopo 2 ore vado in ospedale… dove il dottore mi esclama: Signora era una settimana sola…………….. la gravidanza non c’è  +! Con tono che veramente lo ODIO tuttora quel verme! Vabbè…. lasciamo stare…. Faccio una serie di controlli… (NON IL DOSAGGIO ORMONALE, perchè nessuno mai me l’ha prescritto) e dal eco interna ed esterna tutto era Ok. Il Paptest era buono tranne che una piaghetta al collo dell’utero da non destare problemi.
Nei mesi successivi la dottoressa che mi ha in cura mi dice che posso continuare a provarci perchè l’utero non ha problemi…. e che avendo già avuto una gravidanza eravamo sani!
Sono trascorsi  vari mesi…. e continuo ad avere il ciclo irregolare, ritardi…. ultimamente una nuova cosa…. i primi giorni che mi deve arrivare il ciclo mestruale ho due giorni di perdite lievi di colore scuro…. poi mi viene il ciclo dopo alcuni giorni di tregua…….
 
Per cortesia, svelatemi questo arcano perchè rischio di impazzire.
 
Grazie! Gioia

Salve Gioia
non c’è nessun arcano sul suo non essere rimasta più incinta dopo quella brutta esperienz però così comune a tante donne, purtroppo. Il ciclo irregolare probabilmente è dovuto anche all’ansia che lei sta provando proprio perchè vuole ardentemente rimanere incinta, ci vuole solo più pazienza, non c’è niente che non vada in lei

Metodo Ogino-Knauss

admin» Martedì 22 Settembre alle ore 11:09

ogino_knaus.gifSalve dottoressa mi chiamo francesca, avrei una domanda da porle, esprimendole prima il mio caso: per una scelta personale e soprattutto di Fede io e il mio futuro marito (mi sposo tra poco) non useremo alcun tipo di metodo anticoncezionale, avendo letto del metodo naturale chiamato ogino knauss, ma non essendo esperta in materia su che cosa si basa di preciso? devo avere obbligatoriamente il monitoraggio delle mestruazioni degli ultimi 12 mesi per sapere con “certezza” quali sono i miei giorni non fertili? potrebbe darmi maggiormente delle delucidazioni se le è possibile?
La ringrazio anticipatamente e le porgo i miei saluti
Francesca

Si tratta di uno dei metodi contraccettivi naturali più diffusi e conosciuti e la sua sicurezza è stimata intorno al 60-75%. Il metodo di Ogino-Knaus o del calendario si basa sul ritmo mestruale,  piu’ esattamente sulla previsione dell’ovulazione cioe’ del periodo (24 ore) in cui la donna e’ feconda. L’ovulazione dovrebbe avvenire circa 14 giorni dopo l’inizio della mestruazione, ma molte cause come l’eta’, l’assunzione di medicine, malattie, cambio di stagione, viaggi, emozioni, stress fisici e psicologici, possono influire sull’ovulazione.

Individuarla con esattezza e’ praticamente impossibile: si possono solo evidenziare un certo numero di giorni “pericolosi”, periodo abbastanza ampio da comprendere il tempo della ovulazione. Per trovare questi giorni si deve prendere nota di 12 cicli mestruali consecutivi, cioe’, per un anno intero bisogna annotare il giorno di inizio delle mestruazioni. Se si riscontra una notevole regolarita’, si puo’ cercare di individuare il periodo “pericoloso”.

Si prende nota del ciclo mestruale piu’ lungo e di quello piu’ breve avuti nell’arco dell’anno. Si sottrae 18 al ciclo mestruale piu’ breve e si ottiene il primo giorno pericoloso. Poi si sottrae 11 al ciclo mestruale piu’ lungo e si ottiene l’ultimo giorno pericoloso.

In pratica, per fare un esempio, se nell’arco di un anno il periodo piu’ breve intercorso tra l’inizio di una mestruazione e la successiva e’ di 25 giorni e quello piu’ lungo e’ di 33 giorni si fanno queste operazioni: A) 25-18=7 cioe’ il 7′ giorno dall’inizio della mestruazione e’ il primo giorno pericoloso; B) 33-11=22 cioe’ il 22′ giorno dall’inizio della mestruazione e’ l’ultimo giorno del periodo pericoloso. In questo caso, quindi, i giorni pericolosi sono in totale 16, mentre tutti gli altri giorni, compresi naturalmente quelli della mestruazione, si possono considerare sicuri.

Il metodo Ogino-Knaus non puo’ essere a applicato in alcuni casi specifici:
- prima dei 18 anni e dopo i 40 anni in quanto il ciclo mestruale e’ particolarmente irregolare e, di conseguenza, l’ovulazione e imprevedibile;
- nei periodi di sospensione temporanea o definitiva della pillola anticoncezionale;
- in tutti i casi nei quali le mestruazioni possono subire grosse variazioni.

Gli insuccessi da attribuire a questo metodo anticoncezionale dipendono spesso dal fatto che i giorni pericolosi non vengono calcolati in modo rigoroso. D’altra parte, L’Ogino-Knaus, che e’ veramente il metodo anticoncezionale piu’ naturale, e’ poco gradito perche’ comporta una rigida programmazione del rapporto sessuale e lunghi periodi di astinenza

Perdita di sangue al di fuori del ciclo

admin» Venerdì 4 Settembre alle ore 11:09

capoparto.jpg
Salve dottoressa,
sono una ragazza di 20 anni,mi chiamo Laura.
Spero troverà il tempo di leggere la mia mail,sono molto preoccupata.
Oggi ho avuto una perdita discreta fuori dal ciclo mestruale:sono passati esattamente 16 giorni dal primo giorno in cui mi sono venute il mese scorso.
Premetto alcune cose: quasi sempre (raramente non accade) le mie mestruazioni il primo o il secondo giorno sono abbastanza dolorose e intorpidiscono gran parte del mio corpo così spesso mi capita di non resistere e di dover prendere un atiinfiammatorio. Sono molto puntuali: se il mese scorso mi sono venute il 19 il prossimo mi verranno o il 18 o il19 o il 20. Sono molto abbondanti fino al terzo giorno. Scompaiono sempre al settimo. Non prendo la pillola e non ho ancora mai avuto un rapporto vero. ieri però con il mio ragazzo ho fatto sesso orale, il mio orgasmo è stato di media intensità. oggi mi è capitato di guardare dei filmati spinti ma mi hanno molto nauseato. 3 ore dopo mi sono accorta di queste perdite di sangue acquoso da qualche parte un pò gialo-marrone. non ho pruriti o disturbi di alcun genere. mi è capitato altre volte (forse 4) di avere simili perdite ma più
lievi e di 2 o 3 giorni, forse sempre dopo 15 giorni o meno.comincio ad essere preoccupata. cosa potrebbe essere? la ringrazio tanto.

salve Laura,
non deve assolutamente preoccuparsi perchè queste perdite che mi riporta si collocano esattamente nel periodo della sua ovulazione e avere perdite di sangue in quei giorni è normalissimo per molte donne anche se posso capire sia fastidioso. magari le avrà per qualche mese o anno non si può dire o forse non le avrà più. per quel che riguarda il decorso della sua mestruazione mi pare assolutamente ‘classico’ e puntuali, purtroppo i crampi mestruali sono una croce per la maggioranza delle donne

Perchè questo ritardo?

admin» Venerdì 4 Settembre alle ore 11:09

posizioni_concepimento89.jpgSalve Dottoressa,

mi chiamo Gabriele ed ho 26 anni. Le volevo sottoporre il mio caso per avere una sua consulenza. Io e la mia ragazza abbiamo dei regolari rapporti sessuali protetti sempre con il preservativo fin all’inizio del rapporto. Ad ogni fine rapporto controllo sempre il preservativo (senza però metterci l’acqua dentro come molti consigliano di fare) e notavo che tutto lo sperma si concentrava all’interno del serbatoio. Durante i rapporti non sono un tipo violento e cerco di penetrare la mia lei dolcemente, quindi escludo che mi si sia mai spaccato anche perchè come le ho scritto sopra, il preservativo lo controllo sempre. La mia ragazza doveva avere le mestruazioni ieri ed a oggi non gli sono venute, naturalmente capisco bene che un giorno di ritardo ci può anche stare, però vorrei essere sicuro di non avere combinato nessun tra virgolette DANNO, quindi mi affido alla sua esperienza per capire il perchè di questo ritardo. Da premettere che fino a 2 mesi fa prendeva la pillola ed aveva un ciclo regolare, però il mese scorso gli sono venute giorno 2 o 3 Agosto (adesso non ricordo bene) e ancora qui non si vede niente.

PS

Ogni tanto è capitato di trovare delle secrezioni bianche all’esterno del preservativo, escludo a priori che sia dello sperma, ma penso che siano le secrezioni vaginali oltre al fatto che potrebbe derivare dalla lubrificazione del preservativo stesso. Lei cosa ne pensa?In attesa di una risposta, le porgo cordiali saluti
Gabriele

Salve Gabriele
i suoi timori sono del tutto ingiustificati e un picoclo ritardo 8anche di più giorni) può essere imputabili a così tante cause che nemmeno immagina (cambiamento di abitudini, cambiamenti di clima, stanchezza e stress, diete o attività fisica) insomma state trabnquilli che il ciclo arriverà

Ciclo lungo e carenza di ferro

admin» Giovedì 20 Agosto alle ore 13:08

sangue.jpgGentilissima Dottoressa,
sono Cristina e ho 23 anni. Le scrivo perchè ho avuto le ultime mestruazioni il giorno 11 agosto (un pò in anticipo rispetto ai tempi, essendomi venute il 23 luglio) ed ancora non mi sono passate dopo 9 giorni…dal sesto giorno in poi, anzichè diminuire come al solito, il flusso è rimasto costante…sto cominciando a preoccuparmi, anche se i miei genitori mi dicono di stare tranquilla, perchè potrebbe essere dovuto al forte caldo di questi giorni…io spero che sia così, perchè leggendo un pò su vari siti ho visto che il prolungarsi delle mestruazioni può essere dovuto a fibromi o cose del genere…
in ogni caso, è la prima volta che mi capita, in quanto normalmente il ciclo mi dura massimo 6-7 giorni. Un’altra cosa che mi preoccupa è che soffro di carenze di ferro, in quanto vegetariana, e tutte queste perdite di sangue mi stanno spossando.
La ringrazio anticipatamente.

Salve Cristina

probabilmente a volte è anche il caldo ad allungare il ciclo quindi non mi preoccuperei però farei una visita ginecologica di controllo. Inoltre per la carenza di ferro, che non va sottovalutata, si faccia prescrivere al più presto dei validi integratori

Pagina 5 di 14« Prima...«34567»...Ultima »
DesMM Design